Francia #Fitforchildren 3 : Roussillon a mani e piedi...nudi

Ed eccoci giunti alla terza (ed ultima) puntata di Francia #Fitforchildren. Una trilogia in cui vi ho raccontato modi diversi e divertenti per muoversi con i bambini in viaggio. Nel primo post dedicato a questa tematica parlavamo di come avevamo visitato Avignone in pattini. Nel secondo post si diceva di come abbiamo visitato la Camargue in bicicletta.
Oggi è la volta di Roussillon



Il magnifico paesino dai muri rossi e dalle porte celesti






Un paese dove il tempo sembra essersi fermato e che è diventato celebre per il famoso Canyon del sentiero delle ocre. Un percorso che abbiamo effettuato con le nostre bambine e che è rimasto impresso nelle loro menti per sempre per la particolarità del panorama, per i colori ma soprattutto per la totale libertà con la quale hanno potuto esplorarlo.

Questo luogo molto particolare è costituito da formazioni rocciose dagli intensi colori giallo, rosso, arancio (e relative sfumature) situate nella Valle delle Fate e che compongono le Falesie dei Giganti dando vita ad un Canyon suggestivo nato milioni di anni fa dall'erosione degli agenti atmosferici.




La leggenda narra che Sirmonde, sposa di Raymonde d'Avignone si suicidò qui gettandosi dalle falesie dopo aver scoperto che il marito aveva ucciso l'amante, un giovane trovatore provenzale. A ricordo del dolore, le rocce hanno per sempre conservato il colore rossastro del sangue fino nelle viscere delle terra.


Ci sono due modi per visitare Roussillon: uno alla maniera dei grandi noncorrerechetisporchi e uno, di gran lunga più divertente, appagante e piacevole alla maniera dei piccoli
Non è difficile indovinare quale abbiamo scelto noi e quali sono state le modalità e conseguenze di adeguarci allo stile delle nostre figlie per vivere appieno il sentiero delle ocre...

Per prima, primissima cosa: VIA LE SCARPE!


No, non solo lei...tutte tre A PIEDI NUDI


Per capire come è questa sabbia mista a terra.
Per sapere se è fredda o calda, se si insinua o se poi scivola in mezzo alle dita, insomma, per sentirla...



E poi, dopo che i piedi hanno sentito, è la volta delle mani che toccano, setacciano e raccolgono.






Mani che esplorano




Che si sporcano



e che lasciano un segno. Non solo sul terreno. Ma dentro. Nell'anima
 

E dopo che il  corpo è entrato in simbiosi con questa natura spettacolare, la fantasia può esprimersi liberamente dando spazio alla creatività e alla voglia di creare dal "nulla"...






 E così non è poi difficile, da un insignificante mucchietto di terra rossa


creare un animaletto che pian piano prende forma



E diventa un bellissimo riccio!


E se a fine visita si arriva in queste condizioni






Sarà possibile affermare con certezza che la giornata è stata spesa bene!!!!


Note tecniche
Il sentiero delle ocre si trova a Roussillon. 
Ci sono due sentieri percorribili per visitarlo e sono di diversa lunghezza: uno da 30 minuti e uno da 60 minuti. Noi, con le nostre bimbe di 11, 9 e 5 anni abbiamo optato per quello da un'ora e non abbiamo incontrato difficoltà nell'attraversarlo. Il biglietto di ingresso prevede un'unica tariffa, indipendentemente da quale sentiero si sceglierà. Ad agosto 2014 adulti €2,50 e bambini gratis. Numerosi parcheggi a pagamento si trovano nelle immediate vicinanze del sentiero.


Per dormire in camper

Il parcheggio dedicato ai camper è un poco più lontano, a sud, ai piedi della collina che ospita il paese in Avenue de la Burlière (N 43.89644 - E 5.29587)
Per circa 20 ore di sosta abbiamo pagato 9 Euro.
Essendo solo un parcheggio non sono disponibili servizi di carico scarico o allaccio.
L'ingresso in paese è vietato ai camper; se arrivate da nord, tuttavia, il navigatore cercherà di farvelo attraversare. Per evitare di dover tornare indietro, ignorate le indicazioni che dalla D4 vi fanno svoltare a destra sulla D227. Proseguite invece un altro km e svoltate a destra sulla D199 in modo da aggirare la collina del paese.











Etichette: ,